Risultati per il tag:

memoria

Storytelling

Storytelling come Memoria

memoriaNegli articoli precedenti abbiamo potuto notare quanto l’azione del raccontare sia legata alla funzione di “mettere in ordine” le esperienze legate alla nostra realtà quotidiana, legittimando la percezione delle nostre emozioni.

La capacità del nostro cervello di assimilare informazioni che chiamiamo memoria è un dispositivo narrativo: la narrazione asseconda tutti i nostri sensi perché parla ad ognuno di essi: vista, udito, tatto, olfatto, gusto hanno tutti una struttura narrativa e sfruttano la memoria che funziona psichicamente su “canali di trasmissione” narrativi.

Senza memoria non c’è narrazione e senza narrazione non c’è memoria.

Al tempo stesso però la memoria è un atto creativo: quando ricordiamo un evento ricostruendo mentalmente un’esperienza passata, ci auto-raccontiamo qualcosa che ha per noi uno spessore emotivo, più che storico, creiamo una specie di autobiografia, o, se vogliamo, un sistema di fiction: inconsciamente aggiungiamo emozioni, sensazioni, impressioni a ciò che abbiamo vissuto.

Un racconto quindi non coinvolge perché comunica concetti, ma perché conquista una porzione di memoria “affettiva” nell’interlocutore.

Per questo la pubblicità contemporanea e l’advertising sfruttano le dinamiche narrative, perché possono entrare in sintonia immediata con la nostra memoria autobiografica, richiamandola attraverso esperienze di tipo sensoriale o emozionale.

Leggi tutto

close