Risultati per il tag:

lamberto salucco

Quando mi sono imbattuto in questa simpatica storiella, ho pensato di essere approdato in una delle strampalate avventure del signor Malaussène di Pennac.

Soffermandomi poi sul racconto ho potuto apprezzare quanto sia simpaticamente vicina al marketing e alla comunicazione del mondo low cost.

Mondo il cui obiettivo principale è sublimare il bisogno primario o principale dell’acquirente ad un prezzo più che accessibile.

 

 

Michael O’Leary, amministratore delegato di Ryanair, entra in un bar a Orio al Serio in tarda serata e ordina un caffé espresso.

 

Il barman annuisce e gli dice: “Sono 50 centesimi, signore“.
Sorpreso, O’Leary risponde: “Cavolo, è davvero economico!“.

 

Il barman, compiaciuto, conferma: “Sa, cerchiamo di rimanere al passo con la concorrenza. Siamo la caffetteria più economica delle Orobie!

 

O’Leary si complimenta, porge un euro e fa: “Tenga pure il resto. E mi dia un bicchiere d’acqua“.

 

Il barman però precisa: “Il bicchiere d’acqua in realtà costa due euro“.
O’Leary scuote la testa, ma paga. “Mentre mi prepara il caffè mi dice dov’è il bagno?

Il barman subito risponde: “In fondo a destra, sono altri 50 centesimi“.

O’Leary abbozza e va in bagno. Torna, prende caffè e bicchiere d’acqua e fa per andare a sedersi.
Scusi – gli dice il barista – Per sedersi fanno due euro di extra. Se avesse prenotato il suo posto online su The Fork avrebbe risparmiato il 50%. Può andare al tavolo 4“.

 

Scusi, ma se volessi sedermi al 2 che è libero o al 6 dove c’è una persona che conosco?“.

In quel caso dovrebbe aggiungere altri 3 euro per la scelta del posto: l’assegnazione dei tavoli è casuale“.
No, no, va bene il 4” taglia corto O’Leary, ma non ha altri spiccioli e chiede di pagare con la carta di credito.
Purtroppo non accettiamo carte di credito sotto i 10 euro di spesa, ma se vuole può acquistare la nostra mascotte di peluche a soli 5 euro e fare cifra tonda“.

O’Leary a malincuore accetta. “Bene, comprese le commissioni per la sua American Express, sono 12 euro e 50“.

O’Leary ora è veramente scocciato e sbotta: “Questo è ridicolo, mi faccia parlare con il suo titolare!“.
A quest’ora non è disponibile, può contattarlo domani fra le 9 e le 9.10 a questo numero. Le chiamate sono gratis, senza scatto alla risposta, ma pagherà dieci centesimi al secondo per parlare

O’Leary si fa paonazzo dalla rabbia. “Ma lei sa chi sono io?!” grida

Certo, mister O’Leary, e devo avvertirla che essendo passata la mezzanotte le devo chiedere altri 2,50 euro di tassa di soggiorno

O’Leary ora è infuriato: “Non entrerò mai più in questo bar nella mia vita!” strilla.

Va bene sir, ma si ricordi, siamo il solo bar della bergamasca che offre il caffè a 50 centesimi!“.

In maniera del tutto satirica questa storia riporta la reale esperienza dei più con la suddetta compagnia aerea.

L’offerta di voli economici ha la funzione di far credere all’acquirente di fare un vero e proprio affare, esaltandone le proprie capacità contrattuali.

Distogliendo però l’attenzione da una serie di disagi che potrà appurabili solo nella customer journey experience.  Non accorgendosi magari che l’aeroporto di arrivo dista dalla meta due ore di pulman, o che qualunque servizio extra ha costi molto salati.

Alla fine è naturale chiedersi, ma ho veramente fatto un affare o no?!

Social

Social Media Marketing in 30 minuti netti!

LinKomunicabile - Social Media Marketing in 30 minuti netti!Qual è il modo migliore per trascorrere 30 minuti del vostro tempo per fare Social Media Marketing?

La gestione dei social media può essere un lavoro a tempo pieno e anche per coloro che lo fanno insieme ad altri compiti, il social media marketing può comunque occupare 10 o più ore ogni settimana.
Quindi, che cosa fareste se aveste solo 30 minuti da spendere per i social media?
Come dare priorità ai vari compiti in modo da sfruttare al massimo il vostro prezioso tempo?
Personalmente cerco di trovare ritagli di tempo durante il giorno per poter essere più produttiva possibile. Quando ho 30 minuti, che cosa faccio per ottimizzare il mio tempo sui social media?
Ecco alcuni modi che ho usato, dai quali forse potrai trarre spunto.
I gestori di social media hanno un programma pieno zeppo di attività, di compiti e cose da fare. Ci sono almeno 12 attività che vengono gestite su base giornaliera.

Eccole:

  • Curatela
  • Crafting (=Produzione di contenuti)
  • Posting
  • Programmazione
  • Misurazione
  • Analisi
  • Risposta
  • Ascolto
  • Engagement
  • Assistenza
  • Pianificazione
  • Sperimentazione

Per eseguirle in un intervallo di 30 minuti, dobbiamo trovare un metodo. E’ un compito difficile.
Vediamo come procedere. Cominciamo dal primo punto e iniziamo a suddividerlo in sezioni gestibili. Consideriamolo come un “dosaggio” delle attività di social media marketing.
Nella prima sezione raggruppiamo curatela, produzione, programmazione e pianificazione di tutto il contenuto in un unico compito; nella seconda, misurazione, analisi, pianificazione e sperimentazione; nella terza, risposta, ascolto, engagement e assistenza.
Adesso le cose sembrano un po’ più fattibili. Invece di far entrare a forza 12 compiti in un lasso di tempo di 30 minuti, è possibile muoversi a piccoli passi.

Ecco alcune idee su ciò che si potrebbe provare a fare.

Spendere 30 minuti per scrivere contenuti epici: Leggi tutto

close